Medical Update

LA DIETA MEDITERRANEA RIDUCE RISCHI DI MALATTIE NEGLI ANZIANI

Se si era già a conoscenza del fatto che la dieta mediterranea potesse essere benefica per i pazienti affetti da malattie cardiovascolari, metaboliche e neurodegenerative, ora si è scoperto che essa influisce in modo positivo anche sulla qualità della vita, in particolare delle persone anziane, riducendo dolore, disabilità e depressione (-30%).

Questa scoperta è giunta da uno studio condotto in collaborazione tra l’Istituto di Neuroscienze del CNR e N. Veronese (Università di Padova). La novità è che per la prima volta sono stati presi in considerazione soggetti lontani dalla cultura alimentare italiana, cioè 4470 americani dell’età media di 61 anni.

Valutando così i cibi consumati nell’ultimo anno, si è riscontrato che chi mangiava spesso frutta e verdura, cereali, olio d’oliva e noci e in minore quantità vino rosso, pesce e pollo, con un ridotto consumo di uova e carni rosse risentiva dei benefici antiossidanti ed antinfiammatori legati a questa dieta, con una migliore qualità di vita ed una riduzione del rischio di infarto (un terzo in meno), demenza e diabete.

La tipica dieta mediterranea, quindi, può influire anche sulla qualità di vita delle persone, soprattutto quelle anziane.

Per ulteriori approfondimenti:

http://www.agi.it/innovazione/2016/12/20/news/salute_cnr_dieta_mediterranea_migliora_qualita_vita_anziano-1324958/

Questa voce è stata pubblicata in Medical Update. Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.